Traslocare senza stress: l’importante è organizzarsi

Il trasloco è per molte persone un momento importante della vita, caratterizzato da una lunga serie di cambiamenti, che possono risultare particolarmente stressanti.

Visto che già la semplice modifica della routine quotidiana può risultare in uno stress elevato, conviene cercare di organizzare il trasloco al meglio, evitando così ulteriori fonti di disagio. Sul sito http://aztraslochi.it si possono trovare moltissime informazioni su come effettuare un trasloco ideale.

Il trasloco ci cambia, anche dentro casa

traslocare senza stressPer diminuire lo stress da trasloco si può cominciare in anticipo a vivere il mento di transizione con un atteggiamento positivo e aperto al cambiamento. Un buon esercizio da questo punto di vista comporta la revisione di ciò che possediamo, alla ricerca di oggetti da scartare, da vendere o da regalare.

In questo modo non solo ci apriremo alle novità, ma riusciremo anche a contenere gli oggetti da traslocare, diminuendo automaticamente lo stress dovuto al trasporto di tutto ciò che la casa contiene.

Ognuno di noi possiede abiti che non indossa più, libri che non leggerà mai, oggetti vari che neppure ci ricordiamo da dove vengono. Se abbiamo comprato gli sci, ma non siamo mai stati sulle piste, forse il trasloco è il momento migliore per rinunciare alle nostre velleità da sciatore, vendendo gli attrezzi su un sito di annunci, o regalandoli a nostro cognato.

Con una semplice rapida supervisione di ogni stanza si possono trovare diversi oggetti di questo genere, di cui conviene sbarazzarsi. Se si riescono a vendere diversi oggetti si potranno utilizzare i soldi ottenuti per pagare la ditta di traslochi, rendendo ancora meno stressante l’esperienza.

Preparare le cose con calma

Per molte persone il momento del trasloco è stressante anche perché si tratta di pochi giorni di concitata attività. Visto che le cose da fare sono molte, conviene in genere iniziare in anticipo, per evitare così di dover svolgere un enorme numero di compiti in poche ore.

Del resto la gran parte dei traslochi sono precisamente prevedibili, non avvengono all’improvviso. Conviene quindi predisporre tutto ciò che si può fare in anticipo anche settimane prima dell’effettiva partenza. Ad esempio la preparazione delle scatole di piccoli oggetti, libri, utensili che conserviamo in cantina, e così via.

Molte delle cose che abbiamo in casa in effetti non vengono utilizzate ogni singolo giorno dell’anno, ma solo in alcune occasioni. Tutti questi oggetti possono essere inscatolati anticipatamente e conservati in uno sgabuzzino per molti giorni, senza che ci servano.