Il trading in azioni

Il mondo della Borsa è sicuramente uno dei più noti per quanto riguarda gli investimenti. Riuscire a guadagnare acquistando e rivendendo titoli azionari non è però così facile come sembra e, soprattutto, occorre avere a disposizione un buon capitale.

Come fare trading in azioni

Il metodo più classico per fare trading azionario consiste nell’acquistare dei titoli per poi rivenderli quando il loro valore è aumentato in modo significativo. La questione fondamentale è la scelta dei titoli da acquistare, che si può effettuare in due modi fondamentali: si investe in una società che mostra forti potenziali di crescita, bilanci in positivo, alti dividendi per gli azionisti; oppure si invece in un singolo settore, che ha una performance particolarmente interessante.

Oltre al trading diretto in azioni è anche possibile investire in fondi o trust dedicati a questo mercato. In questo modo è possibile avere a disposizione un portafoglio azionario molto ampio, senza effettivamente acquistare singoli titoli azionari.

Molti fondi di investimento sono veramente interessanti e alcuni permettono anche di ottenere un guadagno garantito dopo un certo lasso di tempo.

Essendo questo sempre un investimento con rischio di perdere i soldi, consigliamo sempre di informarsi molto accuratamente, oltre ad iniziare aprendo un conto dimostrativo con soldi virtuali, per poter fare pratica con tutti gli strumenti. Se volete un aiuto valido potete leggere la guida di Guidatradingonline.net ai conti demo, che contiene molte informazioni e consigli utili.

I difetti di questo tipo di trading

Anche se il trading azionario permette di guadagnare ampiamente, conviene ricordare che a volte tali entrate non arrivano con grande rapidità. Spesso infatti prima di vendere un’azione è necessario mantenerne il possesso per lunghi periodi di tempo, quindi si può guadagnare si, ma il capitale sarà immobile per settimane, o anche per mesi, senza che la vendita sia un’opzione valutabile.

Con i fondi di investimento è ancora più sensibile la cosa, visto che molti ricalcolano i guadagni solo dopo 1 anno dalla sottoscrizione. Certo, se dovessimo aver bisogno dei nostri soldi, potremmo sempre rivendere le azioni o le quote del fondo di investimento, ma spesso perdendo parte del capitale iniziale, o con guadagni minimi. Inoltre a volte le entrate sono dell’ordine di pochi punti percentuali: trovare un titolo azionario il cui valore aumenta di più del 10% all’anno non è così facile. Questo ci porta a dover investire capitali molto grandi per ottenere un guadagno significativo.

Il trading con i CFD

Per guadagnare in modo più rapido e anche con cifre iniziali basse è possibile sfruttare i prodotti finanziari derivati, come ad esempio i CFD. Anche in questi casi si può speculare sui titoli azionari e sull’andamento della borsa, ma il tutto avviene in tempi decisamente molto brevi e con guadagni particolarmente elevati.

Le speculazioni con i prodotti derivati non portano alla compravendita di beni, ma all’investimento sulle loro quotazioni. Si può quindi guadagnare sia quando un titolo aumenta di valore, sia quando diminuisce, l’importante è aver effettuato la corretta previsione.

L’analisi di mercato da svolgere è la stessa di chi acquista titoli azionari, solo che la speculazione si svolge in tempi brevi, a volte anche in meno di mezz’ora, permettendoci di guadagnare subito, senza dover attendere ulteriori modifiche del valore di mercato di un titolo. Inoltre il guadagno in questo tipo di investimento è veramente molto elevato, anche fino al 75-85% di quanto investito.